Risultati della ricerca

Glossario immobiliare: il significato di molte parole del mondo immobiliare

Postato da Spina&Marchei on 2 aprile 2017
| 0

Una lista di vocaboli, frequentemente utilizzati nel linguaggio del mercato immobiliare, di cui é bene sapere l’esatto significato. Vi aiuterà in una migliore scelta della vostra casa.

ABITABILITÀ
certificazione rilasciata dal Comune dopo i controlli effettuati dall’Unità Sanitaria Locale relativa al rispetto delle norme igieniche che consente l’uso di edifici di nuova costruzione. Per essere abitabile, un immobile deve avere determinate caratteristiche di altezza dei vani, luminosità e presenza di finestre, che vengono stabilite dalle norme edilizie. Viene rilasciato dal venditore all’acquirente al momento della vendita, ma non é un documento indispensabile e necessario per la stipula dell’atto notarile di vendita.
ABUSO EDILIZIO
attività edilizia che comporta una trasformazione del territorio che, però, non è stata autorizzata o non è conforme alle procedure previste dalla legge o non obbedisce alle norme urbanistico-edilizie oppure è difforme dal progetto approvato. Tipico abuso edilizio é la chiusura di una balconata senza alcuna autorizzazione, si un porticato, soprelevazione di un piano non previsto.
ACCERTAMENTO
atto mediante il quale il fisco rende nota al contribuente la propria diversa valutazione in materia di reddito, trasferimenti immobiliari e successioni, rispetto a quella presentata dal contribuente stesso nella sua dichiarazione. Si può incorrere in un accertamento, per esempio, quando – in un atto notarile di vendita di un immobile – viene dichiarato un prezzo troppo basso ed inferiore alle quotazioni indicate dall’Agenzia del Territorio.
L’accertamento prevede quindi un recupero delle somme.
ACCERTAMENTO CATASTALE
operazione relativa agli immobili urbani effettuata dagli uffici competenti per ogni unità immobiliare, in base a dichiarazione, accompagnata da planimetria, allo scopo di definirne ubicazione, consistenza e rendita catastale. In parole povere – quando le condizioni lo richiedono – un tecnico del catasto può effettuare un sopralluogo sull’immobile per accertarne la consistenza le rifiniture e le caratteristiche dichiarate. L’accertamento determina quindi la conferma o meno della rendita catastale dell’immobile e conseguentemente le relative tasse ( IMU, imposta di registro all’acquisto, ecc…) che genereranno.
ACCOLLO
nel settore immobiliare tale termine si riferisce ai mutui: l’acquirente prende accordi con il venditore impegnandosi a pagare il debito che questi ha contratto con l’istituto di credito erogatore del mutuo. Se cioè sull’immobile che si intende acquistare grava un mutuo con relativa ipoteca, è possibile assumere l’onere del debito residuo. L’importo di tale debito viene sottratto al prezzo di acquisto e non è necessario stipulare un altro contratto di mutuo (si procede infatti con quello vecchio). In genere, per questo tipo di contratto, in cui l’istituto creditore è garantito da ipoteca sull’immobile, non occorre il consenso dell’istituto per la validità dell’accollo.
ACCONTO
versamento di una cifra parziale da detrarre dalla somma totale da versare; l’acconto non ha valore di caparra.
AD INTERIM
dal latino, ha il significato di “provvisorio”; in particolare, si riferisce all’amministratore di condominio che, alla scadenza del mandato, resta in carica provvisoriamente in attesa della nomina del suo successore o della proroga del proprio mandato.
ADDIZIONI
opere aggiunte dal conduttore nell’immobile concessogli in locazione. Esse possono essere eliminate alla fine della locazione qualora ciò possa verificarsi senza danni per l’immobile, salvo che il proprietario preferisca mantenere le addizioni stesse. In tal caso questi deve versare al conduttore un’indennità pari alla minor somma tra l’importo della spesa e il valore delle addizioni al momento della riconsegna dell’immobile. Per le addizioni non eliminabili senza danneggiare l’immobile, vedere “migliorie”.
ADEMPIMENTO
ottemperanza a un obbligo o a un contratto secondo i termini concordati tra le parti.
ADESIONE
accettazione di una proposta contrattuale presentata da una sola delle parti.
AGGIUDICATARIO
soggetto partecipante all’asta al quale il giudice assegna l’immobile.
AGRUMETO
termine catastale che indica un terreno coltivato ad agrumi.
AIACI
Associazione Italiana Amministratori Condomini Immobili.
ALAC
Associazione Liberi Amministratori Condominiali.
ALIQUOTA
termine di natura fiscale che definisce la percentuale, applicata all’imponibile, sulla quale si determina l’ammontare dell’imposta dovuta:
– proporzionale: aliquota costante qualunque sia l’ammontare dell’imponibile (per esempio, quelle dell’ILOR, dell’IRPEG e quasi tutte quelle dell’imposta di registro);
-progressiva: serie di aliquote stabilite in rapporto all’ammontare del reddito imponibile, per cui a un certo imponibile corrisponde un’aliquota che si applica al reddito complessivo
-progressiva a scaglioni: serie di aliquote crescenti, ognuna delle quali si applica a una certa fascia o a parte dell’imponibile (per esempio, le aliquote IRPEF).
AMMORTAMENTO
meccanismo di rimborso del mutuo attraverso il pagamento di rate, mediante ripartizione pluriennale del costo di acquisto dell’immobile. In genere l’ammortamento avviene a quote annuali costanti.
Nell’ammortamento costante in ogni rata si paga una parte del capitale ottenuto in prestito e una parte degli interessi.
ANAGRAFE TRIBUTARIA
registrazione del contribuente attraverso un codice formato da numeri e lettere ricavati dal suo nome, cognome e data di nascita.
ANCE
Associazione Nazionale Costruttori Edili.
ANNUNCIO D’ASTA
pubblicità a carico della Cancelleria del tribunale per vendite immobiliari all’asta, indicante oggetto della vendita, ufficio di svolgimento della procedura, nome del giudice delegato, ora e giorno in cui è prevista l’asta, le condizioni della stessa. Una volta, gli avvisi d’asta venivano pubblicati su dei piccoli manifesti che venivano pubblicamente affissi sui muri nelle varie città circostanti la localizzazione dell’immobile che veniva messo all’asta. Con l’avvento di Internet la disponibilità degli immobili all’asta viene pubblicata sul sito Internet ufficiale del tribunale.
APPC
Associazione Piccoli Proprietari di Case.
AREA EDIFICABILE (0 FABBRICABILE)
lotto (o porzione dello stesso) di terreno che può essere sfruttato per la costruzione di un fabbricato. Le aree edificabili possono avere varie destinazioni: possono essere di tipo commerciale ( con la possibilità quindi di potervi realizzare negozi, magazzini, ecc.. ), tipo artigianale industriale ( con la possibilità quindi di potervi realizzare capannoni e laboratori), tipo residenziale ( con la possibilità quindi ti potervi realizzare palazzine per civile abitazione, villini, case, ecc… ).
ASSEGNAZIONE (DI ALLOGGIO)
atto mediante il quale, in materia di edilizia residenziale pubblica e di cooperative edilizie, si attribuisce a un determinato soggetto il diritto a ricevere in consegna un alloggio (nelle forme previste dal bando e dallo statuto). Relativamente al diritto di famiglia, indica la sentenza della magistratura che assegna a uno dei coniugi l’alloggio familiare in caso di separazione o di divorzio.
ASSICURAZIONE INCENDIO
tutela che una banca richiede per un bene offerto in ipoteca a garanzia di un finanziamento in caso di incendio o autocombustione.
ASSICURAZIONE SUI MUTUI IPOTECARI
tutela fornita ai proprietari di titoli garantiti da ipoteca sul pagamento degli interessi e del capitale in caso di insolvenza del soggetto emittente.
ASTA
vendita al miglior offerente. Si definisce anche incanto.
ASTENSIONE
atto che indica la mancata adesione al voto (senza però opporsi allo stesso) da parte di un condomino nel corso di un assemblea condominiale. In genere l’astensione non incide sul calcolo delle maggioranze, ma può, in alcuni casi, ostacolare la formazione di una maggioranza e, quindi, impedire la decisione dell’organo collegiale.
ATTO NOTORIO
atto ricevuto da pubblico ufficiale, nel quale sono verbalizzate deposizioni o asserzioni giurate. giurate.
ATTO PUBBLICO
documento redatto da un notaio o da un altro pubblico ufficiale secondo le formalità previste dalla legge. Un tipico atto pubblico é la compravendita di un immobile: un contratto ove le parti eseguono il passaggio di proprietà di un determinato bene, dietro pagamento di un prezzo.
ATTO SOSTITUTIVO DI ATTO NOTORIO
in determinati casi, la legge concede ai cittadini la facoltà di effettuare dichiarazioni sostitutive di documentazione di origine pubblica.
AVVIAMENTO COMMERCIALE
indennità che, in alcuni casi, il locatore deve pagare al conduttore di immobili ad uso diverso da quello abitativo alla scadenza della locazione e come requisito essenziale per la riconsegna dell’immobile. In gergo chiamata anche “buona uscita” é dovuta – per esempio – nei casi in cui il proprietario richiede il possesso di un negozio commerciale al termine di una locazione. Solitamente ammonta a 18 mensilità dell’ultimo canone di affitto pagato, ma in alcuni casi si può arrivare anche a 24.
Nella compravendita di un’azienda, viene definito “avviamento commerciale” quel valore intrinseco dell’attività stessa rappresentato
AZIONE DI RIVENDICAZIONE
atto che ha lo scopo di salvaguardare la proprietà, con il quale il proprietario di un bene può rivendicarlo contro il soggetto che lo possiede o detiene.
BARRIERA ARCHITETTONICA
parti degli edifici che rendono inaccessibili gli stessi ai portatori di handicap. Una barriera architettonica potrebbe essere una semplice scala all’ingresso di un condominio, che non permette quindi l’accesso agli alloggi un portatore di handicap.
BASE IMPONIBILE
è il valore (o la grandezza) in relazione al quale si commisura un’imposta.
BENI DEMANIALI
beni appartenenti allo Stato, alle Regioni, alle Province, ai Comuni, inalienabili e imprescrivibili. A seconda della natura e degli scopi i beni demaniali si distinguono in: marittimo, idrico, stradale, militare, artistico-culturale.
BENI IMMOBILI
costituiscono beni immobili il suolo, le sorgenti, i corsi d’acqua, gli edifici e le altre costruzioni, anche se incorporate al suolo in via transitoria e, in genere, tutto quello che è inglobato nel al suolo sia naturalmente sia in maniera artificiale.
BENI PATRIMONIALI
beni appartenenti, come quelli demaniali, a Stato, Regioni, Province e Comuni che si distinguono però da questi.
BLOCCO DEL CANONE
divieto, stabilito per legge, di aumentare il canone di locazione. Può essere pattuito, tra le parti, in un contratto di affitto.
BORSA IMMOBILIARE
istituzione creata per provvedere alla raccolta delle domande e delle offerte immobiliari gestita da più agenti immobiliari. Solitamente vengono gestite attraverso la Camera di Commercio locale.
BUONUSCITA
somma di danaro richiesta dal conduttore per lasciare libero l’immobile ( vedi anche indennizzo ).
CANNA FUMARIA
condotto che raccoglie e convoglia fumi ed esalazioni dall’interno verso l’esterno dell’edificio.
CANONE DI LOCAZIONE
compenso corrisposto periodicamente per il godimento di un bene immobile urbano.
CANONE DI AFFITTO
compenso corrisposto periodicamente per il godimento di un fondo rustico.
CAPITALE
possono genericamente definirsi in tal modo quei beni che producono reddito.In relazione ai mutui bancari, si definisce “capitale” quella parte della rata che serve a restituire nel periodo di tempo stabilito il finanziamento richiesto.
CAPITALE ASSICURATO
valore dichiarato da chi stipula l’assicurazione dei beni oggetto di assicurazione.
CAPITOLATO
descrizione precisa e dettagliata dei lavori da eseguire e del materiale impiegato. Il capitolato è parte integrante del contratto d’appalto con il quale viene affidata a un’impresa la costruzione o la ristrutturazione di un immobile.
CARICO URBANISTICO
numero o volume di edifici gravanti su una determinata porzione di territorio.
CASSAZIONE
terzo e più elevato livello della magistratura ordinaria: civile per le cause civili; penale per i reati e tributaria.
CATEGORIE CATASTALI
classi risultanti dalla suddivisione per destinazione, qualità e caratteristiche degli immobili urbani. Le categorie catastali sono cinque: A (abitazioni), B (edifici a uso collettivo, come caserme o scuole), C (immobili commerciali, come box, negozi), D (immobili industriali), E (immobili speciali). In ogni categoria sono comprese più sottocategorie.
CAUZIONE
somma di denaro versata da una delle parti contraenti di un contratto per garantirne l’adempimento. In un’asta pubblica si definisce così la cifra prefissata dal giudice per la partecipazione alla vendita di un immobile.
C.C.
abbreviazione per “Codice Civile”.
CERTIFICATO DI CONGRUITÀ DEL VALORE DICHIARATO
documento rilasciato dall’Amministrazione finanziaria attestante che il valore dichiarato in un atto dal contribuente viene ritenuto adeguato dall’Amministrazione stessa, che pertanto non procederà ad accertamento.
CERTIFICATO DI DESTINAZIONE D’USO
documento rilasciato dal Comune, di considerevole importanza ai fini del cosiddetto “silenzio-assenso” per le concessioni edilizie residenziali nei comuni che superino per numero di abitanti i 30.000.
CESSIONE DELLA LOCAZIONE
trasferimento del contratto di locazione da parte dell’inquilino a un terzo.
CLASSAMENTO
individuazione da parte del catasto della “classe” da attribuire a una determinata unità immobiliare a destinazione ordinaria.
CLASSAMENTO CATASTALE (TERRENI)
assegnazione a ciascuna particella della qualificazione (per esempio, arativo) e classificazione (classe).
CLASSE CATASTALE
le classi catastali sono in numero molto variabile; costituiscono un ulteriore elemento identificativo dell’immobile e vengono attribuite dall’ufficio tecnico erariale.
CLASSIFICAZIONE CATASTALE (IMMOBILI URBANI)
ripartizione di ciascuna categoria di immobili in classi che indicano le rispettive capacità di reddito.
CLASSIFICAZIONE CATASTALE (TERRENI COLTURE)
ripartizione di ogni coltura in classi che rappresentano i diversi gradi di produttività dei fondi rustici.
CLAUSOLA COMPROMISSORIA
accordo secondo il quale le parti si impegnano a dirimere eventuali controversie ricorrendo ad arbitrato.
CLAUSOLA PENALE
clausola contrattuale che prevede la somma dovuta dalla parte inadempiente o ritardataria nell’adempimento di un contratto.
CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA
clausola contrattuale che contempla la rescissione del contratto nel caso di una specifica inadempienza di una delle parti.
CLAUSOLA VESSATORIA
clausola contrattuale per la cui efficacia è richiesta la doppia sottoscrizione.
COEFFICIENTE CATASTALE
classificazione introdotta per stabilire l’ammontare dell’equo canone. In base a essa alle diverse categorie catastali in cui sono classificate le abitazioni corrispondono differenti coefficienti moltiplicatori dei canone-base.
COEFFICIENTE DI DEGRADO O DI PARTICOLARE PREGIO
classificazione introdotta allo scopo di correggere quella dell’equo canone abitazioni e applicata agli edifici che si trovano in zone urbane degradate oppure di particolare pregio.
COEFFICIENTE DI MANUTENZIONE E CONSERVAZIONE
classificazione, introdotta ai fini dell’applicazione dell’equo canone abitazioni, in base alla quale a seconda che gli immobili siano classificati in “stato normale”, “stato mediocre” o “stato scadente” diversi sono coefficienti moltiplicatori del canone-base.
COEFFICIENTI DI AGGIORNAMENTO CATASTALE
numeri moltiplicatori (stabiliti da decreti ministeriali) che si applicano alle rendite catastali originarie per aggiornarne i valori monetari.
COMMA
in ogni articolo di legge si definisce con tale termine la frase (o gruppo di frasi) compresa tra capoversi. In alcune delle leggi più recenti, ogni comma di ciascun articolo è preceduto da un numero progressivo (1, 2, 3 ecc.).
COMMISSIONE EDILIZIA
organo comunale formato da tecnici ed esperti in materia urbanistico-edilizia, a carattere consultivo. Esso ha il compito di esprimere pareri non vincolanti per il sindaco sulle domande di intervento edilizio.
COMMISSIONI CENSUARIE
organi consultivi che, oltre a valutare i ricorsi dei contribuenti contro le operazioni catastali, controllano e approvano categorie, classi e tariffe attribuite agli immobili.
COMMISSIONE TRIBUTARIA
organo cui è demandata la soluzione delle controversie fra contribuenti e fisco.
COMODANTE
il proprietario che concede un bene (immobile o mobile) in comodato ad altri.
COMODATARIO
colui che riceve un bene (immobile o mobile) in comodato dal proprietario.
COMODATO
contratto mediante il quale una parte (comodante) concede ad un’altra (comodatario) l’uso di un bene (immobile o mobile) a titolo gratuito.
COMPROPRIETÀ
proprietà indivisa di due o più persone sullo stesso immobile. Si definisce anche comunione.
COMUNE
ente locale i cui organi sono il sindaco, il consiglio comunale, la giunta.
COMUNIONE
vedi comproprietà.
CONCESSIONE EDILIZIA
atto mediante il quale il sindaco approva un progetto di costruzione o di ristrutturazione edilizia. La concessione può essere gratuita od onerosa, in quest’ultimo caso vanno pagati i cosiddetti “contributi di concessione”.
CONCORDATO
accordo, in caso di contenzioso, fra fisco e contribuente sull’ammontare dell’imponibile su cui far gravare una detrminata imposta.
CONDIZIONE RISOLUTIVA (ESPRESSA)
clausola grazie alla quale al verificarsi di un evento incerto si rescinderà o si risolverà il contratto in corso di esecuzione.
CONDUTTORE
colui che detiene un immobile a titolo di locazione dietro pagamento di un corrispettivo. Sinonimo di inquilino.
CONFISCA
espropriazione di un bene senza ottenere indennità alcuna a seguito di un reato. Colpisce anche l’abusivismo edilizio nei casi in cui ricorrano le condizioni previste dalla legge.
CONSERVATORIA DEI REGISTRI IMMOBILIARI
ufficio presso cui si registrano le accensioni e le trascrizioni di ipoteche su beni immobili.
CONSERVAZIONE DEL CATASTO
serie di procedure volte all’aggiornamento dei documenti catastali per mezzo di volture e verificazioni periodiche. I documenti da aggiornare sono le mappe particellari, gli schedari delle partite, dei possessori e delle particelle.
CONSIGLIO DI CONDOMINIO
organo consultivo formato da un numero dispari di condomini che ha il compito di assistere l’amministratore nell’espletamento del suo mandato. Non è previsto dalle norme del Codice Civile, ma solo da numerosi regolamenti condominiali.
CONSISTENZA CATASTALE
in passato era valutata sulla base del numero di “vani” per le unità immobiliari di gruppo A; del volume in metri cubi per le unità immobiliari di gruppo B, della superficie per le unità immobiliari di gruppo C; per il futuro sarà valutata sulla base della superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria.
CONSOLIDAMENTO
lavori necessari per assicurare o migliorare la stabilità di un edificio.
CONSTATAZIONE NOTARILE
atto mediante il quale un notaio constata il verificarsi di un determinato fatto ad una determinata data.
CONTENZIOSO
lite giudiziale o ricorso amministrativo dal punto di vista procedurale.
CONTRATTO
patto fra due o più contraenti allo scopo di stabilire, regolare o porre fine a un rapporto avente contenuto patrimoniale.
CONTRATTO ALEATORIO
contratto la cui durata dipenda da un evento imprevedibile.
CONTRATTO PRELIMINARE
detto anche compromesso, è l’accordo con il quale le parti si impegnano a stipulare in seguito un contratto definitivo. Con il contratto preliminare, per esempio, non vi è trasferimento di proprietà, ma ci si impegna a stipularlo in futuro, stabilendo però già prezzo e condizioni, nonché il termine per la stipula del contratto definitivo.
COOPERATIVA EDILIZIA
società senza scopo di lucro costituita per la costruzione (o l’acquisto) di abitazioni da assegnare ai soci. La cooperativa si dice:
– a proprietà divisa: se le abitazioni sono assegnati ai soci in proprietà esclusiva sotto forma condominiale;
– a proprietà indivisa: se è previsto che le abitazioni restino sempre di proprietà indivisa della cooperativa e siano quindi assegnate ai soci soltanto in godimento.
COPERTURA ASSICURATIVA PROVVISORIA
copertura assicurativa a carattere temporaneo, valida per il periodo di tempo occorrente a perfezionare il contratto assicurativo.
CORTE COSTITUZIONALE
organo costituzionale avente diversi compiti, fra cui quello di valutare la costituzionalità delle leggi e degli atti aventi forza di legge. Quando La Corte Costituzionale ne dichiara l’illegittimità la norma cessa di avere efficacia. La questione di legittimità costituzionale può essere sollevata da una delle parti in causa durante lo svolgimento di un processo, oppure può essere sollevata d’ufficio dai magistrati. Qualora i motivi di presunta incostituzionalità di una norma non siano ritenuti manifestamente infondati, gli atti del processo sono rimessi alla Corte Costituzionale e il processo viene sospeso fintantoché essa non si sia pronunciata.
COSTRUZIONE ABUSIVA (O ILLEGITTIMA)
costruzione effettuata senza che sia stata rilasciata la concessione edilizia oppure senza rispettare, in tutto o in parte, il progetto approvato.
COUSUFRUTTUARIO
chi condivide il diritto di usufrutto con altri sullo stesso bene.
C.P.
abbreviazione per “Codice Penale”.
C.P.C.
abbreviazione per “Codice di Procedura Civile”.
C.P.P.
abbreviazione per “Codice di Procedura Penale”.
DATA CERTA
si riferisce a un atto o a un contratto autenticato da pubblico ufficiale (in questo caso la data certa è quella dell’autenticazione) oppure registrato (in questo caso la data “certa” è quella della registrazione). Si può definire in questo modo anche la data della morte o della sopraggiunta impossibilità fisica di chi ha sottoscritto l’atto o il contratto oppure quella di un atto pubblico in cui sia riprodotto l’atto o contratto.
DATORE DI IPOTECA
è colui che costituisce ipoteca a favore di un debito altrui.
DECADENZA
termine entro cui deve essere fatto rispettare un diritto.
DECRETO DI ESPROPRIO
atto emanato dalla pubblica autorità competente che stabilisce l’esproprio di una proprietà privata ai fini di pubblica utilità.
DECRETO DI TRASFERIMENTO
in caso di vendita all’asta atto sottoscritto dal giudice per trasferire in via definitiva il bene oggetto della vendita a favore dell’aggiudicatario, con ordine di cancellazione di trascrizioni e pignoramenti.
DECRETO-LEGGE
atto in forma di legge emanato dal governo, in casi di straordinaria necessità e urgenza. Provvedimento a carattere provvisorio deve essere presentato lo stesso giorno alle Camere perché sia convertito in legge entro 60 giorni dalla sua pubblicazione. In caso di mancata conversione, il decreto-legge decade.
DECRETO MINISTERIALE
provvedimento con forza di legge emanato da un ministro nella materia di sua competenza; entra in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
DEGRADO
stato di decadenza e di cattiva manutenzione degli immobili. Si parla anche di degrado del tessuto urbano in riferimento alla carenza di infrastrutture quali strade, illuminazione pubblica, fognature eccetera.
DEMANIO
vedi “beni demaniali”.
DENSITÀ EDILIZIA
in un’area edificabile esprime il volume, in metri cubi, che è possibile costruire per ogni metro quadrato di superficie.
DENUNCIA DI VARIAZIONE CATASTALE
notifica di cambiamenti rilevanti ai fini del Catasto Urbano.
DEROGA
una licenza o concessione edilizia può ammettere eccezioni “in deroga” ai limiti prescritti dalle norme urbanistiche. La possibilità di deroga deve essere però già prevista dalle stesse norme urbanistiche o da una legge generale.
DESTINAZIONE DI ZONA
previsione contenuta nei piani regolatori circa la destinazione di una determinata zona del territorio comunale: per esempio, residenziale, industriale, commerciale eccetera.
DESTINAZIONE D’USO
è il tipo di utilizzazione cui sono destinati gli edifici che sorgono in una certa zona conformemente alle norme urbanistiche.
DETRAZIONE
dal punto di vista fiscale, la somma che per legge è possibile dedurre dall’imponibile lordo.
DETRAZIONE D’IMPOSTA
somma che per legge è possibile dedurre dall’ammontare dell’imposta lorda dovuta.
DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITÀ
atto che costituisce la premessa necessaria per procedere all’espropriazione di beni privati in favore della realizzazione di un’opera pubblica.
DIMORA ABITUALE
località in cui un soggetto abita stabilmente.
DIRITTI REALI
di contenuto patrimoniale sono diritti assoluti e validi verso chicchessia. Si articolano in diritto di proprietà, ovvero il diritto reale sulla cosa propria; diritti reali di godimento, ovvero usufrutto,uso, abitazione, superficie, enfiteusi, servitù; diritti reali di garanzia, ovvero pegno e ipoteca.
DIRITTO DI SUPERFICIE
rientra nei diritti reali di godimento. Consiste nella possibilità di mantenere la proprietà di una costruzione edificata sul suolo altrui, senza avere la proprietà del suolo.
DIRITTO DI USUFRUTTO
rientra nei diritti reali di godimento. Consiste nel poter utilizzare liberamente l’immobile (anche affittandolo ad altri). La durata di tale diritto non può essere superiore alla vita dell’usufruttuario. Il diritto è cedibile, tranne che sia diversamente specificato.
DISDETTA
atto mediante il quale una delle parti contraenti rende noto che desidera recedere da un contratto alla sua scadenza o evitarne il rinnovo. Ai fini della validità, la disdetta deve essere data con il preavviso previsto dalla legge, dal contratto oppure dalle consuetudini del luogo in cui il contratto è stato stipulato.
DIVIDENDO
in campo immobiliare è l’utile derivante dal fondo comune immobiliare che viene distribuito ai sottoscrittori.
DIVISIONE
frazionamento di un immobile.
D.L.
abbreviazione per “decreto-legge”.
D.M.
abbreviazione per “decreto ministeriale”.
DOMANDA DI FINANZIAMENTO
documento che deve essere compilato da chi intende richiedere un finanziamento; nel caso specifico le domande sono di due tipi: una per le persone fisiche e una per le imprese.
DOMICILIO
luogo in cui una persona le sue attività. Il domicilio si distingue in “generale” se riferito al luogo principale in cui un soggetto svolge i suoi affari; “volontario” se scelto liberamente dal soggetto; “necessario” se imposto dalla legge; “elettivo” se limitato ad alcuni affari, “legale” quando sia necessariamente collegato a quello di altro soggetto.
DOMICILIO FISCALE
domicilio scelto a fini flscali, che, per le persone giuridiche, coincide con il comune in cui esse hanno il domicilio legale.
DONAZIONE
atto mediante il quale una parte, detta donante, elargisce un diritto o assume un’obbligazione a favore di un’altra parte, detta donataria.
DOTTRINA
organizzazione e interpretazione del diritto nel suo complesso oo di alcune norme in particolare.
D.P.R.
abbreviazione per “decreto del presidente della Repubblica”.
EDIFICIO
in generale costruzione immobile destinata a soddisfare esigenze durevoli. Negli ultimi anni il significato del termine è stato ampliato fino a comprendervi anche le costruzioni prefabbricate e quelle mobili, purché mantenute durevolmente in un determinato luogo.
EDILIZIA AGEVOLATA
edilizia che usufruisce di mutui sostenuti dal concorso finanziario dello Stato.
EDILIZIA CONVENZIONATA
edilizia caratterizzata dalla stipula di una convenzione con il Comune, grazie alla quale il promotore garantisce di vendere o locare l’immobile oggetto della convenzione a prezzi prefissati per un determinato numero di anni.
EDILIZIA RESIDENZIALE
costruzione di case ad uso abitativo con le relative pertinenze e servizi. In conformità con la disciplina urbanistica locale, l’edilizia residenziale può comprendere anche porzioni di immobili destinati ad uso diverso, come per esempio negozi, da quello abitativo, purché quantitativamente minori rispetto alle abitazioni.
EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
costruzione di edifici ad uso abitativo per iniziativa e mediante fondi pubblici.
EDILIZIA SOVVENZIONATA
costruzione di edifici con il concorso finanziario dello Stato.
ENFITEUSI
rientra nei diritti reali di godimento ed è di durata almeno ventennale. Consiste nella concessione da parte del proprietario (concedente) ad altro soggetto (enfiteuta) del godimento di un fondo con l’obbligo di apportarvi migliorie e di pagare un canone periodico in denaro o in derrate.
ESECUZIONE
procedura forzosa con cui la banca chiede il recupero del suo credito nei confronti di un debitore inadempiente, mettendo all’asta il bene offerto in garanzia.
ESENZIONE
redditi per legge non sottoposti a tassazione.
ESPROPRIAZIONE
acquisizione coercitiva, dietro indennizzo, di beni immobili privati da parte di enti pubblici per le finalità contemplate dalla legge.
ESTIMO
insieme delle metodologie utilizzate per il calcolo dei valori immobiliari e fondiari.dati censuari mediante i quali si calcola, ai fini fiscali, il reddito imponibile netto annuo degli immobili accatastati.
ESTIMO CATASTALE
dati censuari mediante i quali si calcola, ai fini fiscali, il reddito imponibile netto annuo degli immobili accatastati.
ESTINZIONE DELL’IPOTECA
può aversi: per cancellazione allorché il debitore ha pagato per intero il suo debito; o per mancato rinnovo o per assegnazione del bene al creditore. La cancellazione va richiesta dalla parte interessata previo consenso del creditore.
ESTRATTO CATASTALE
attestato di quanto risulta nelle mappe e in altri documenti catastali rilasciato dagli uffici competenti.
EURIBOR
è il tasso interbancario di riferimento, diffuso quotidianamente dalla Federazione Bancaria Europea come media ponderata dei tassi di interesse ai quali le banche, operanti nell’Unione Economica e Monetaria, cedono depositi in prestito. Esso è utilizzato come parametro di indicizzazione dei mutui bancari a breve termine a tasso fisso.
EVIZIONE
l’azione con cui un terzo, appellandosi a un suo preesistente diritto, priva legalmente di un bene la persona cui questo è stato trasferito. Il Codice Civile fa obbligo al venditore di tutelare l’acquirente dalle pretese di terzi che vantino diritti sulla cosa venduta; se questa dovesse però prevalere sul diritto dell’acquirente, il venditore sarà obbligato a restituire l’intera cifra pattuita (o parte della stessa, a seconda che l’evizione sia totale o parziale), oltre a farsi carico del risarcimento del danno.
EX LEGE
l’espressione latina; significa “in forza della legge”.
FABBRICATO
con tale termine si indica qualsiasi edificio coperto, delimitato da strade o da spazi vuoti, oppure separato da altre costruzioni mediante muri che si innalzano, senza interruzione, dalle fondamenta al tetto, che disponga di uno o più liberi accessi sulla via e di una o più scale autonome. Vi sono numerose tipologie di fabbricati.
FABBRICATO RESIDENZIALE
fabbricato urbano o rurale destinato per più della metà della cubatura ad abitazione.
FIDEIUSSIONE
garanzia mediante la quale una parte (fideiussore) si obbliga nei confronti dell’altra (creditore) a garantire l’adempimento di un’obbligazione altrui.
FINANZIAMENTO
prestito di una somma di denaro richiesto per effettuare un investimento o un acquisto. Esistono innumerevoli forme di finanziamento, a seconda dello scopo per il quale viene richiesto e delle garanzie che eventualmente vengono offerte a copertura dei rischi connessi all’investimento per il quale si impiega. Un finanziamento comporta sempre degli oneri, rappresentati dagli interessi passivi pagati sul prestito e dalle commissioni versate all’intermediario finanziario che lo concede.
FONDAZIONE
struttura di base su cui si regge l’edificio e su cui scarica il suo peso.
FONDO DOMINANTE
terreno o edificio cui appartiene un diritto di servitù gravante su un terreno o un edificio contiguo.
FONDO RUSTICO
equivalente di terreno agricolo.
FONDO SERVENTE
terreno o edificio gravato di servitù a favore di un terreno o di un edificio contiguo.
FRANCHIGIA
in materia assicurativa, quota del danno che rimane a carico dell’assicurato.
GARANZIA PER VIZI E DIFETTI DELLA COSA VENDUTA
copertura secondo la quale il venditore deve garantire che la cosa venduta sia esente da vizi che la rendano inidonea all’uso cui è destinata o ne diminuiscano sensibilmente il valore. La denuncia di eventuali vizi e difetti vizi va presentata entro otto giorni dalla scoperta degli stessi ed entro un anno dalla consegna del bene. Il compratore può domandare la risoluzione del contratto e la restituzione della cifra versata oppure la riduzione del prezzo, oltre al risarcimento del danno.
GIARDINO COMUNE
giardino condominiale di proprietà e uso comune dei condomini, il cui scopo è sia ornamentale sia ricreativo.
GIARDINO DI PROPRIETÀ ESCLUSIVA
pertinenza di una proprietà esclusiva dalla quale si può accedere direttamente in esso.
GIURISDIZIONE
competenza e facoltà dello Stato ad applicare le leggi. A seconda della branca del diritto che si applica si ha:
– civile: concerne i rapporti giuridici fra privati e tutela interessi privati;
– amministrativa: regola i rapporti tra privati e pubblica amministrazione quando i primi siano portatori di interessi legittimi;
– penale: ha per oggetto i reati e la loro punizione.
GIURISPRUDENZA
la scienza del diritto e la conoscenza e l’interpretazione delle norme di legge fornite dai giudici, attraverso sentenze civili o penali e decisioni amministrative.
GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA
il complesso degli organismi (in specie i Tribunali Amministrativi Regionali e il Consiglio di Stato) a cui i privati possono ricorrere per la tutela dei loro interessi legittimi che ritengano lesi da atti amministrativi illegittimi.
GRADO DELL’IPOTECA
numero d’ordine assegnato al momento dell’iscrizione nel caso di una pluralità di ipoteche sullo stesso bene; nel caso di vendita del bene per inadempienza del debitore, nell’attribuzione del ricavato ai vari creditori si seguirà l’ordine (o grado) di iscrizione.
IACP
sigla per “Istituto Autonomo Case Popolari”.
ICIAP
imposta comunale (ormai soppressa) per l’esercizio di imprese, arti o professioni.
ILOR
sigla per “Imposta Locale sui Redditi”, ora soppressa.
IMPONIBILE
reddito soggetto a tassazione;
– lordo: somma calcolata al lordo delle deduzioni, delle detrazioni o degli sconti spettanti;
– netto: somma effettivamente sottoposta alla tassazione.
IMPOSTA CATASTALE
imposta indiretta affine all’imposta di registro, che da essa trae origine e della quale è addizionale. Si applica agli atti aventi per oggetto beni immobili, essendo obbligatoria nelle operazioni di voltura catastale.
IMPOSTA COMPLEMENTARE
in materia di imposta di registro, è il conguaglio di imposta accertata dall’Ufficio del Registro e dovuta dal contribuente a seguito di errori oggettivi.
IMPOSTA DI REGISTRO
imposta che colpisce, in alcuni casi previsti dalla legge, documenti, atti o contratti verbali. Va versata dall’acquirente di un immobile al momento dell’acquisto.
IMPOSTA IPOTECARIA
imposta da applicare per la trascrizione, l’iscrizione, il rinnovo e l’annotazione di atti nei registri pubblici immobiliari. Nella compravendita immobiliare, sia l’imposta ipotecaria, sia l’imposta catastale sono a carico dell’acquirente e si pagano al momento dell’acquisto sulla base del valore catastale dell’immobile.
IMPOSTA PRINCIPALE
in materia di imposta di registro, è quella applicata all’atto della registrazione.
IMPOSTA SOSTITUTIVA
imposta forfetaria che, su richiesta degli interessati, sostituisce quella ordinaria, per espressa disposizione di legge.
IMPOSTA SUPPLETIVA
n materia di imposta di registro, è la differenza di imposta in eccesso accertata dall’Ufficio del Registro e dovuta aggiuntivamente dal contribuente, a causa di erronea liquidazione o a un calcolo sbagliato effettuati in un primo tempo dall’Ufficio del Registro.
IMPRENDITORE AGRICOLO A TITOLO PRINCIPALE
chi esercita professionalmente l’attività agricola ed è iscritto all’albo degli imprenditori agricoli della Provincia. La qualifica è necessaria per ottenere alcuni benefici fiscali e in materia di contributi per il rilascio di concessioni edilizie.
IMPUGNAZIONE
ricorso alla magistratura competente per ottenere l’annullamento di un atto della pubblica amministrazione che si ritiene viziato e contrario alla legge.
IMPUGNAZIONE DI UNA DELIBERA
in materia condominiale, ricorso al giudice per fare annullare una delibera presa dall’assemblea condominiale che si ritiene contraria alla legge o al regolamento condominiale.
INCANTO
vedi asta.
INCANTO PUBBLICO
asta disposta dalla pubblica amministrazione o dalla magistratura.
INCOLTO PRODUTTIVO
termine catastale che designa un terreno che, in assenza di intervento umano, dà comunque un prodotto valutabile, anche minimo.
INCOLTO STERILE
termine catastale che indica un terreno del tutto improduttivo.
INDENNITÀ
il corrispettivo erogato a chi ha subito un danno per la privazione di un bene o di un diritto, come nel caso di esproprio di un terreno o di un immobile ecc.).
INDENNIZZO ASSICURATIVO
la somma che la compagnia assicuratrice versa all’assicurato n caso di danno o sinistro.
INDICI (STATISTICI)
rilevazioni numeriche che esprimono l’evoluzione di determinati fenomeni economici, sociali eccetera.
INDICIZZAZIONE DEL PREZZO
clausola mediante la quale le parti stabiliscono che il prezzo pattuito vari in base all’andamento di determinati indici statistici quali quello del costo della vita, quello dei prezzi all’ingrosso eccetera. Si ricorre a queste clausole nel caso di contratti a medio e lungo termine in modo da mantenere inalterato nel tempo il valore effettivo dei corrispettivo.
INFLAZIONE
aumento dei prezzi e diminuzione del potere d’acquisto provocato da un aumento della quantità di moneta in circolazione.
INFRASTRUTTURE
complesso di opere pubbliche e servizi che hanno il compito di soddisfare esigenze di sviluppo sociale ed economico-produttivo.
INIZIO LAVORI
inizio effettivo, con opere edili visibili, dei lavori di costruzione di un edificio.
INNOVAZIONI
opere nuove dirette al miglioramento o al maggior rendimento delle parti comuni dell’edificio in condominio.
INNOVAZIONI VIETATE
opere nuove che possano costituire una mi,accia per la stabilità o la sicurezza dell’edificio o che ne alterino il decoro architettonico o che ne rendano talune parti comuni inservibili all’uso o al godimento anche di un solo condomino.
INQUILINO
vedi conduttore
INTERESSI DI PREAMMORTAMENTO
interessi maturati dalla data di stipulazione del mutuo fino alla decorrenza della prima rata di ammortamento.
INTERESSI DI MORA
interessi dovuti per ritardato pagamento.
INTERPRETAZIONE
nel campo del diritto, è la spiegazione del significato di una norma giuridica;
– letterale: quella che si ricava dal testo della legge;
– dottrinale: quella degli esperti di diritto;
– giurisprudenziale: quella che si ricava dal testo delle sentenze;
– autentica: quella fornita dal legislatore medesimo mediante l’introduzione di leggi successive;
– estensiva: se la norma va considerata in maniera più ampia rispetto a quanto potrebbe apparire dall’interpretazione letterale;
– restrittiva: se la portata della norma e il suo ambito di applicabilità sono più ristretti rispetto a quanto potrebbe apparire dall’interpretazione letterale.
IPOTECA
diritto reale di garanzia che si costituisce, in particolare su beni immobili, mediante la trascrizione del vincolo ipotecario alla Conservatoria dei registri immobiliari nella cui circoscrizione si trova il bene. Con l’iscrizione, il creditore (in genere la banca che eroga il mutuo per l’acquisto dell’immobile) acquista il diritto, in caso di insolvenza del debitore, di far vendere il bene a norma di legge e di soddisfare il suo credito col ricavato. L’ipoteca copre tutto il valore dell’immobile e non coincide quindi con l’importo del mutuo. L’ipoteca segue l’immobile e non il debitore e si estingue con l’estinzione del prestito.
IRAP
sigla per “Imposta Regionale sulle Attività Produttive”.
IRPEF
sigla per “Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche”. Si paga sul reddito dell’immobile, rappresentato dalla rendita catastale o dai canoni pattuiti (anche se non incassati) nel caso in cui venga affittato.
IRPEG
sigla per “Imposta sul Reddito delle Persone Giuridiche”.
ISTANZA
sinonimo di domanda o richiesta rivolta al giudice oppure agli organi amministrativi.
ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALL’ASTA
domanda di partecipazione all’asta che va depositata alla Cancelleria del tribunale.
ISTANZA DI REVISIONE DEL VALORE
domanda del contribuente all’Amministrazione Finanziaria di rivedere il valore da essa accertato per un determinato atto.
LASTRICO SOLARE
copertura di un edificio di forma piana.
LAVORATORE AUTONOMO
persona fisica che con la propria attività professionale concorre alla realizzazione dell’opera senza essere soggetto a obblighi di subordinazione.
LEGGE DELEGA
legge con cui si dà mandato al governo di disciplinare una determinata materia mediante l’emanazione di decreti presidenziali entro determinati termini.
LEGITTIMITÀ
conformità e rispondenza di un atto rispetto alla legge vigente.
LIBERO AL ROGITO
impegno del venditore di consegnare all’acquirente l’immobile prescelto libero di persone e cose al momento della stipula dell’atto di compravendita dinanzi al notaio.
LICITAZIONE PRIVATA
assegnazione di lavori in appalto, o di acquisti in genere, al miglior offerente, senza procedere all’aggiudicazione.
LOCATARIO
chi affitta un immobile. Anche conduttore o inquilino.
LOCATORE
il proprietario di un immobile che lo affitta dietro corrispettivo di un canone.
LOCAZIONE CON PATTO DI FUTURA VENDITA
locazione in cui il canone pattuito comprende anche una quota di acquisto della proprietà che, entro i termini stabiliti, verrà trasferita al conduttore.
LOCAZIONE FINANZIARIA
contratto che presenta clausole simili a quelle della locazione con patto di futura proprietà o a riscatto, mediante il quale una società finanziaria cura l’acquisto, o la costruzione, di un immobile per conto di un’azienda.
LOCAZIONE PROMISCUA
contratto di locazione che riguarda al tempo stesso unità immobiliari ad uso abitativo e unità ad uso diverso oppure un’unica unità che soddisfi entrambe le esigenze.
LODO
decisione degli arbitri nel procedimento arbitrale.
LOTTIZZAZIONE
frazionamento di un terreno edificabile in appezzamenti più piccoli, lotti, per essere usato a scopi edificatori. Può essere di iniziativa pubblica o privata e attraverso di essa si provvede in dettaglio alla progettazione urbanistica del terreno da lottizzare.
LOTTO
porzione di terreno corrispondente a un’unità edilizia nell’ambito di una lottizzazione.
MAGGIORANZA
consenso verso una proposta espresso dal maggior numero di persone o dalla maggior somma di quote nelle assemblee. In materia condominiale, la maggioranza ordinaria è calcolata: nelle assemblee di prima convocazione, sulla base della maggioranza degli intervenuti e dalla metà dei millesimi; nelle assemblee di seconda convocazione, sulla base di un terzo dei condomini e da un terzo dei millesimi.
MANUFATTO EDILIZIO
qualsiasi costruzione di qualunque entità.
MANUTENTORE
persona (o ditta) incaricata della manutenzione di impianti.
MANUTENZIONE
l’insieme delle opere necessarie per mantenere in buono stato o rimettere in efficienza un edificio, una strada, un impianto o parti di essi.
– manutenzione ordinaria: opere necessarie ripetute con costanza a intervalli di tempo regolari e piuttosto brevi
– manutenzione straordinaria: opere rilevanti e di costo elevato da eseguirsi solo eccezionalmente (per esempio, il rifacimento della facciata di un edificio).
MAPPA
rappresentazione elaborata ai fini catastali in cui sono riportate le particelle catastali con la propria forma geometrica. Ciascuna particella è contrassegnata da un numero, cosiddetto mappale.
MAPPA URBANA
nel catasto urbano, planimetria dei territorio comunale in cui sono indicate sia le particelle urbane sia il relativo mappale.
MAPPE CATASTALÌ
fogli che forniscono la descrizione, anche grafica, degli immobili accatastati.
MASSIMALE
in campo assicurativo, l’importo massimo che la compagnia di assicurazione rimborserà in caso di sinistro.
MEDIAZIONE
contratto in base al quale un soggetto (mediatore) mette in contatto una o più parti interessate a un affare (locazione, vendita immobiliare ecc.). Se l’affare viene concluso il mediatore riceve una ricompensa detta “provvigione”.
MICROZONA
parte di un territorio comunale o, nel caso di zone costituite da gruppi di comuni, un intero territorio comunale omogenei per posizione, caratteristiche storico-ambientali, socio-economiche, urbanistiche, nella dotazione dei servizi e delle infrastrutture urbane. In ogni microzona le unità immobiliari presentano caratteristiche comuni relative alla tipologia, all’epoca di costruzione e al tipo prevalente di destinazione.
MIGLIORIA
in campo immobiliare le opere di miglioramento e abbellimento assumono particolare rilevanza relativamente ai rapporti di locazione. Il conduttore non ha diritto a indennità per i miglioramenti apportati all’immobile locato, tuttavia il valore dei miglioramenti può compensare gli eventuali deterioramenti verificatisi senza sua colpa grave. Solo nel caso in cui il locatore abbia dato il suo consenso, è tenuto a contribuire con un’indennità corrispondente alla minor somma tra l’importo della spesa e il valore del risultato utile al momento della riconsegna dell’immobile.
MILLESIMI
unità di misura delle varie singole proprietà in un condominio.
MINIMALE
in campo assicurativo, l’importo minimo che la compagnia assicuratrice è disposta a rimborsare in caso di sinistro.
MORA
ritardo nell’adempimento di un obbligo. Può esservi mora sia da parte del debitore – per esempio, quando il conduttore paghi in ritardo il canone di locazione – , sia da parte del creditore, per esempio, quando il locatore si rifiuti di riscuotere il canone di locazione.
MORATORIA
proroga o sospensione della scadenza per l’adempimento di obbligazioni private o derivanti dalla legge mediante provvedimenti legislativi o amministrativi. Si dispone la moratoria eccezionalmente e solo in caso di eventi eccezionali, quali una catastrofe naturale.
MOROSITÀ
essere in mora, ovvero non aver pagato quanto dovuto entro il termine prefissato.
MULTA
pena pecuniaria comminata in seguito a infrazione della legge; nel condominio, pena pecuniaria conseguente a infrazione al regolamento di condominio.
MULTILOCAZIONE
si definisce così la locazione pluriennale di unità immobiliari, per lo più in residences, arredati, con godimento limitato a prestabilite e costanti frazioni di anno.
MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D’USO
cambiamento di destinazione di un immobile o di un’unità immobiliare (per esempio, da abitazione a ufficio, da magazzino a laboratorio, da negozio a ufficio ecc.).
MUTUALITÀ
cambiamento di destinazione di un immobile o di un’unità immobiliare: da abitazione a ufficio, da abitazione a laboratorio, da negozio a ufficio eccetera.
MUTUO PONTE
finanziamento che, attraverso un mutuo e un ulteriore credito, consente al richiedente (proprietario di un immobile da vendere) di disporre dell’intero ammontare necessario all’acquisto di un nuovo immobile in attesa del realizzo del vecchio.
N.C.E.U.
sigla per “Nuovo Catasto Edilizio Urbano”.
N.C.T.
sigla per “Nuovo Catasto Terreni”.
NOMINA
designazione, nel rispetto della normativa che la regola, di una persona per una determinata mansione.
NON EDIFICANDI
latino per “non costruire”. Si dice della servitù a favore di un fondo attiguo di non costruire in un fondo.
NORMA GIURIDICA
regole di condotta prescritte dall’ordinamento giuridico e che da questo derivano la loro efficacia.
NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE
l’insieme delle norme che regolano l’attuazione del Piano Regolatore Generale e di altri piani urbanistici.
NOTIFICAZIONE
comunicazione e consegna al destinatario di copia dell’atto o del provvedimento da notificare, effettuata dall’ufficiale giudiziario all’interessato mediante una “relazione di notifica”.
NUDO PROPRIETARIO
proprietario di un immobile il cui diritto di godimento spetta ad altro soggetto (usufruttuario).
NULLA-OSTA
parere favorevole rilasciato dalle autorità competenti; in materia urbanistica si usa per indicare l’assenso, all’esecuzione di opere edili da parte di autorità che hanno poteri paralleli o concorrenti in materia.
OBBLIGAZIONE
rapporto giuridico in base al quale una parte (debitore) ha l’obbligo di fornire determinate prestazioni, valutabili economicamente anche se non necessariamente di carattere economico, a favore di un’altra parte (creditore) che, in caso di inadempienza può vedere riconosciuto in giudizio il diritto all’esecuzione forzata o il danno subito. Le obbligazioni si trasmettono per successione ereditaria oppure possono essere trasferite per atto tra vivi.
OBLAZIONE
modo di estinzione di un reato quando sia prevista esclusivamente la pena dell’ammenda; consiste nel pagamento di una somma sostitutiva della pena prevista per la violazione commessa.
OCCUPAZIONE ABUSIVA DI IMMOBILI
invasione arbitraria di immobili punita dal Codice Penale.
OCCUPAZIONE DELL’ALLOGGIO
presa di possesso stabile e continuata dell’alloggio da parte dell’assegnatario di edilizia residenziale pubblica o di cooperativa edilizia con contributo statale. Costituisce un requisito essenziale al fine di evitare l’immediata revoca dell’assegnazione.
OFFERTA DI MAGGIOR VALORE
in materia di imposta di registro, è l’offerta, avanzata dal contribuente dinanzi alla Commissione tributaria, di un valore maggiore rispetto a quello dichiarato in origine come base imponibile. L’offerta è irrevocabile.
OMISSIS
latino per “omesso”. Indica che nel riportare un testo sono state omesse parole o intere frasi. Posto all’inizio di un periodo sta ad indicare che è stato omesso quanto precede; alla fine che è stato omesso quanto segue.
ONERE
sinonimo di “obbligo” o di “vincolo.
ONERE REALE
vincolo gravante su un fondo o su un edificio a causa di un diritto reale spettante a terzi.
ONERI ACCESSORI
nei rapporti di locazione, si definiscono in tal modo le somme che il conduttore è tenuto a versare al locatore come rimborso per le spese di esercizio, manutenzione e servizi. Le spese interamente a carico del conduttore (salvo patto contrario) sono quelle riguardanti il servizio di pulizia, il funzionamento o la manutenzione ordinaria dell’ascensore, la fornitura dell’acqua, dell’energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell’aria, lo spurgo dei pozzi neri e delle latrine e la fornitura di altri servizi comuni. il conduttore deve inoltre provvedere alle spese per il servizio di portineria nella misura del 90%, salvo che le parti abbiano stabilito diversamente.
ONERI DEDUCIBILI
spese già sostenute o tasse anteriori che possono essere dedotte dall’imponibile lordo delle imposte dirette, ai fini del calcolo dell’imponibile netto.
ONERI DI URBANIZZAZIONE E LOTTIZZAZIONE
opere, contributi e simili che gravano per legge su chi chiede la concessione a costruire o l’autorizzazione a lottizzare. Il loro importo è stabilito da convenzioni stipulate tra privati e Comune.
ONEROSITÀ SOPRAVVENUTA
può verificarsi quando un contratto, la cui esecuzione si è protratta a lungo nel tempo, diventa troppo oneroso per una delle parti a causa di eventi imprevisti e imprevedibili come per esempio, aumento dei prezzi dei materiali o del costo del lavoro.
OPERE INTERNE
lavori realizzati all’interno di un edificio per i quali non sono necessarie autorizzazioni o concessioni edilizie, purché non modifichino la sagoma o la destinazione d’uso della costruzione, non comportino l’aumento delle superfici utili o del numero delle unità immobiliari, non compromettano la stabilità dell’edificio, non siano in contrasto con le norme urbanistiche approvate o con il regolamento edilizio e che, nel caso di edifici d’importanza storica, rispettino le originarie caratteristiche costruttive.
OPERE URGENTI
nei rapporti di locazione, le riparazioni straordinarie da effettuare nell’immobile locato a carico del locatore. In ambito condominiale, sono i lavori che un condomino (o l’amministratore) può effettuare nelle parti comuni in caso di pericoli o rischi di maggiori danni, con diritto al rimborso delle spese da parte del condominio.
OPPOSIZIONE
il ricorso contro un provvedimento presentato allo stesso organo della Pubblica Amministrazione che lo ha emanato. Va presentato entro 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento da impugnare.
ORDINAMENTO GIURIDICO
il complesso delle norme vigenti.
ORDINANZA
provvedimento emesso dal giudice per risolvere questioni che si presentano durante il processo.
ORDINE DEL GIORNO
elenco degli argomenti che un organo collegiale (come, per esempio, l’assemblea di condominio) è chiamato a discutere.
ORDINE DI DEMOLIZIONE
atto mediante il quale il sindaco, scaduti i termini concessi per abbattere le opere abusive per le quali l’autore è stato diffidato, ne ordina la demolizione che viene effettuata dall’impresa incaricata dal Comune e a spese dell’autore degli abusi edilizi.
ORDINE DI SOSPENSIONE LAVORI
ordine del Sindaco che intima di sospendere i lavori di una costruzione che si ritiene abusiva o illegittima. Il provvedimento è provvisorio e va trasformato, entro un mese, in definitivo, oppure accantonato se non vi sono irregolarità.
ORGANI
persone fisiche attraverso cui si manifesta e si esegue la volontà delle persone giuridiche: il sindaco per il Comune.
ORGANI SOCIALI
nelle cooperative, si definiscono organi sociali l’assemblea dei soci, il consiglio di Amministrazione, il collegio sindacale, il collegio dei probiviri.
PALAZZINA
abitazione signorile non molto grande, per lo più con giardino; villetta.
PALAZZO
Edificio di grandi proporzioni e di pregio architettonico, adibito soprattutto un tempo ad abitazione di re, principi o famiglie nobili, e oggi per lo più a sede di organi di governo, di uffici pubblici, di istituzioni culturali e sim.: palazzo reale, imperiale.
PARTICELLA CATASTALE
Terreno o unità immobiliare nella rappresentazione dei fogli catastali che appartiene a una stessa “ditta catastale” (proprietario, società eccetera) ed ha unica qualità, classe, destinazione.
PARTITA CATASTALE
È il documento in cui dovrebbero essere elencate in Catasto tutte le unità immobiliari possedute dalla stessa “ditta catastale” (cittadino, società, eccetera).
PERIZIA
Esame eseguito da un esperto per determinare il valore di un bene, l’autenticità di un’opera d’arte ecc. | (dir.) attività svolta da un perito in un processo penale (nel processo civile prende il nome di consulenza tecnica); anche, la relazione in cui vengono esposte le conclusioni cui giunge il perito.
PERTINENZA
Porzione autonoma di fabbricato legata all’immobile principale da un rapporto di servizio, per volontà del proprietario e per sua reale destinazione. Può anche essere dotata di autonoma rendita catastale. Ad esempio un box, una cantina o un solaio rispetto all’appartamento situato nello stesso fabbricato. Le pertinenze ai fini Irpef e imposte di trasferimento godono dello stesso trattamento applicato all’immobileprincipale. Quindi se si acquista un box di pertinenza a una “prima casa” si pagherà l’aliquota ridotta.
PIANO DI AMMORTAMENTO
Elenco di scadenze e di rispettive rate da pagare di un mutuo, in genere ulteriormente suddivise in quote capitale e interessi.
PIANO DI LOTTIZZAZIONE (LEGGE 765/67)
Piano particolareggiato finalizzato a subordinare l’edificazione privata a opere di urbanizzazione (strade, parcheggi, reti elettriche ed idriche, verde pubblico, eccetera), prevalentemente per zone scarsamente urbanizzata o di espansione anche abusiva.
PIANO DI RECUPERO (LEGGE 457/78)
Si tratta di una sorta di PP (Piano particolareggiato) che in sostanza liberalizza la burocrazia urbanistica in “ambiti urbani” ristretti, individuati dai comuni , con procedure accelerate che tra l’altro evitano l’approvazione regionale prevista per i PP. Dovrebbe riguardare più il recupero edilizio che quello urbanistico e attenersi al PRG.
PIANO PARTICOLAREGGIATO (LEGGE 1150/42)
Piano di attuazione in dettaglio e su scala più ristretta del PRG, con possibilità di espropriare aree e regolare l’attività edificatoria.
PLANIMETRIA
In topografia, studio dell’andamento della superficie del terreno riferita a un piano orizzontale.
PORTICATO
Portico di grandi dimensioni; monumentale serie di portici.
PRIMA CASA
Nel linguaggio corrente è sinonimo di abitazione principale. In quello fiscale è cosa diversa: rappresenta il primo immobile in proprietà o possesso a una persona, per il quale si possono godere agevolazioni fiscali sui tributi per i trasferimenti (acquisto, vendita, eredità, donazione). Non è espressamente dichiarato dalla legge che sia adibito a dimora abituale del contribuente o dei suoi familiari anche se deve comunque essere nel comune di residenza. Il titolare non deve essere proprietario, neppure per quote o in comunione con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata con le agevolazioni prima casa previste dalla normativa in vigore e da quella precedente.
PROVVIGIONE
Percentuale che spetta all’agente immobiliare per la sua mediazione. La provvigione, salvo accordi diversi, comprende le spese ma mai l’Iva (20%) ed è dovuta sia dal venditore sia dall’acquirente.
QUORUM
espressione latina comunemente usata per definire il numero minimo legale di voti necessari per la validità di una delibera.
QUOTA DI UN FONDO
quota di partecipazione dei sottoscrittori di un fondo comune di investimento.
QUOTA MILLESIMALE
quota parziale che esprime il valore proporzionale di una singola unità immobiliare in rapporto al valore di tutto l’edificio in condominio in cui essa è compresa. La quota millesimale è rilevante ai fini della ripartizione delle spese condominiali e per stabilire la misura della comproprietà delle parti comuni.
RAPPORTO GIURIDICO
relazione tra due o più persone che dà luogo a diritti e obblighi.
RECESSO
diritto spettante a una o a tutte le parti di interrompere, dietro disdetta, un contratto prima della sua scadenza, senza che l’altra parte possa opporsi. Il diritto di recesso può essere previsto dalla legge (per esempio, in materia di locazioni) oppure stabilito attraverso una clausola contrattuale.
RECUPERO EDILIZIO
cambiamenti, modifiche e miglioramenti apportate a edifici o zone urbane degradate. Il termine si applica anche alla ristrutturazione urbanistica di zone costruite abusivamente.
REGIME VINCOLISTICO
il vecchio complesso di leggi che per molti anni ha bloccato i canoni e prorogato i termini di durata dei contratti di locazione prima dell’emanazione della legge sull’equo canone.
REGISTRO PREFETTIZIO
speciale registro al quale devono iscriversi obbligatoriamente le cooperative edilizie.
REGOLAMENTO DELL’EDIFICIO
testo delle norme che gli inquilini di un edificio in locazione sono tenuti a rispettare. Spesso detto regolamento viene allegato al contratto di locazione.
REGOLAMENTO EDILIZIO
insieme di norme che regolamentano l’attività edilizia nell’ambito comunale.
REINTEGRAZIONE
azione legale grazie alla quale il proprietario può riprendere possesso dell’immobile del quale sia stato privato. L’istanza va presentata al pretore entro un anno dallo spoglio.
RELAZIONE NOTARILE
atto rilasciato da un notaio da cui risulta che l’immobile offerto in garanzia di un finanziamento è libero da gravami che possano limitarne il valore o la disponibilità.
RENDISTATO
rendimento medio dei titoli di Stato (Bot, Cct ecc.) in un determinato periodo di tempo.
RENDITA
reddito prodotto da un immobile calcolato per lo più su base annua.
RENDITA CATASTALE
reddito annuale prodotto da un immobile iscritto in Catasto ai fini fiscali.
RENDITA DI POSIZIONE
termine usato per indicare la maggiorazione di reddito che deriva all’immobile dallo sviluppo dell’abitato, dalle opere pubbliche e dai servizi realizzati a spese della collettività.
REPERTORIO
registro all’interno del quale i notai annotano in ordine cronologico e con numerazione progressiva gli atti siglati con la loro assistenza.
REQUISITI SOGGETTIVI
condizioni necessarie per far valere il diritto all’assegnazione di alloggi di edilizia economico-popolare a finanziamento agevolato.
REQUISIZIONE
provvedimento adottato dalla Pubblica Amministrazione (di norma in conseguenza di eventi bellici o di calamità) con cui si impone ai proprietari privati la cessione coatta di beni immobili o mediante il quale vengono acquisiti coattivamente beni mobili. Al proprietario, in conseguenza di questo atto, spetta per legge un equo indennizzo.
RESCISSIONE DEL CONTRATTO
annullamento degli effetti o degli obblighi derivanti da un contratto del quale risulti evidente la sproporzione tra le prestazioni alle quali le parti si siano obbligate per stato di pericolo o lesione. La rescissione viene stabilita dal giudice su ricorso della parte interessata.
RESPONSABILE DEI LAVORI
persona incaricata dal committente per sovrintendere alla progettazione o all’esecuzione dell’opera.
RESPONSABILITÀ CIVILE
principio in base al quale un soggetto deve rispondere dei danni prodottisi indipendentemente dalla sua volontà.
RESTAURO
complesso di interventi su un immobile, i quali, rispettando gli elementi propri dell’edificio (tipologia, struttura ecc.), ne assicurino la funzionalità. I lavori di restauro godono di riduzioni dell’IVA.
RETTIFICA CATASTALE
rettifica degli errori verificatisi nell’iscrizione catastale di un immobile.
REVISIONE DEL PREZZO
clausola contrattuale in base alla quale, per le prestazioni di lunga durata, è possibile per una delle parti chiedere una revisione del prezzo inizialmente concordato, in base a determinati parametri.
REVOCA
cancellazione da parte della Pubblica Amministrazione di un atto che, in seguito a riesame, venga ritenuto inadatto o inadeguato.
REVOCA DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO
rimozione dall’incarico dell’amministratore di condominio prima della scadenza del suo mandato.
REVOCA DELL’ASSEGNAZIONE DELL’ALLOGGIO
atto mediante il quale l’ente pubblico competente oppure la cooperativa edilizia agevolata annulla, con effetto immediato, l’assegnazione di un alloggio per irregolarità commesse dall’assegnatario.
REVOCA FALLIMENTARE
azione che dà facoltà al curatore fallimentare di chiedere al Tribunale la revoca degli atti posti in essere dal fallito e di acquisire i beni corrispondenti alla massa fallimentare.
RICONDUZIONE
rinnovo del contratto di locazione.
RILEVAMENTO TOPOGRATICO
operazione catastale, relativa al Catasto Terreni, consistente nel rilievo topografico delle proprietà e delle relative particelle, rappresentate nelle mappe in scala 1/1000 oppure 1/2000.
RINCARO D’ASTA
arco di tempo durante il quale, dopo un’asta, è possibile presentare offerte di maggior prezzo dopo che l’immobile è già stato aggiudicato.
RINNOVAZIONE TACITA
così si definisce nei rapporti di locazione il principio fissato dalla legge – o da clausole contrattuali oppure accertato dalle Camere di Commercio come uso e consuetudine locale – secondo cui un contratto di locazione si rinnova automaticamente e con la stessa durata di quello precedente se l’inquilino resta nel godimento dell’alloggio e il locatore non fa domanda di riconsegna. Per i rapporti commerciali e i contratti di assicurazione la rinnovazione tacita deve essere prevista esplicitamente mediante un’apposita clausola contrattuale, salvo casi particolari.
RIPARTIZIONE DELLE SPESE
suddivisione delle spese sostenute collettivamente da enti di gestione immobili per quota-parte fra i singoli utenti.
– di condominio: relative alla gestione e ai servizi comuni;
– accessorie: nei rapporti di locazione, per il rimborso al locatore delle spese sostenute per l’erogazione di servizi e manutenzione degli impianti.
RISCATTO
ottenere, contro terzi, la proprietà di un immobile, venduto dal proprietario originario senza che venisse riconosciuto il diritto di prelazione e di riscatto spettante (per legge o per contratto) a chi domanda il riscatto. In materia di edilizia residenziale pubblica, indica l’assegnazione in proprietà, in luogo della locazione, dietro il pagamento di un prezzo stabilito con leggi o regole speciali.
RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
cessazione immediata degli effetti di un contratto, originariamente valido e non suscettibile di rescissione, quando la prestazione, per fatti sopravvenuti successivamente, diventi impossibile o troppo onerosa o si verifichi l’inadempienza di una delle parti.
ROGITO
atto redatto da un notaio.
SANATORIA
legittimazione con atto con cui la Pubblica Amministrazione di uno stato di cose irregolare.In campo edilizio, si applica a irregolarità edilizie, procedurali o formali che riguardano la licenza o la concessione.
SCHEDARIO DEI NUMERI DI MAPPA
nel Catasto Urbano, il complesso delle schede in cui sono registrati: il numero di foglio di mappa, il mappale della particella edilizia e la partita ( ovvero il numero della scheda nella quale sono riportati il nome del proprietario e degli eventuali titolari di diritti reali sull’immobile).
SCHEDARIO DEI POSSESSORI
nel Catasto Urbano, le schede dei proprietari per ordine alfabetico.
SCHEDARIO DELLE PARTITE
nel Catasto Urbano, le schede in ordine di numero di partita su cui sono registrati i nomi del proprietario e di eventuali titolari di diritti reali e il mappale indicante tutti gli elementi relativi all’unità immobiliare.
SCRITTURA PRIVATA
documento redatto per iscritto e firmato dal soggetto o dai soggetti interessati.
SENTENZA
decisione con la quale si conclude un processo civile o penale.
SEPARAZIONE DEI CONIUGI
in caso di separazione, la legge prevede che la casa di abitazione familiare spetti di preferenza, quando possibile, al coniuge cui vengono affidati i figli.
SEPARAZIONE DI RESPONSABILITÀ
facoltà riconosciuta a quei condomini che, non vogliono prendere parte a una lite giudiziale attiva o passiva del condominio, e non intendono subirne le conseguenze nel caso in cui l’azione legale abbia esito negativo per il condominio.
SEQUESTRO CONSERVATIVO
privazione della disponibilità di un bene al debitore che lo detiene, disposta dal giudice su istanza del creditore che tema di perdere la garanzia del proprio credito.
SEQUESTRO CONVENZIONALE
contratto mediante il quale le parti in lite per l’appartenenza di un determinato bene sono d’accordo nell’affidare il bene in questione a un terzo soggetto che lo custodirà, ed eventualmente lo gestirà, per poi consegnarlo alla persona alla quale spetterà una volta conclusa la controversia.
SEQUESTRO GIUDIZIARIO
atto disposto dal giudice, su istanza dell’interessato, quando la proprietà o il possesso di un bene sono oggetto di contestazione e si ritiene opportuno custodirlo e, se necessario, anche gestirlo.
SEQUESTRO PENALE
privazione della disponibilità di beni a danno dei rispettivi proprietari.Può colpire anche immobili costruiti abusivamente.
SERVITÙ
divieti e oneri che gravano su un fondo (o su un terreno o su un edificio) detto “servente” a favore di altro fondo, in genere attiguo, definito “dominante”. Tra le principali servitù si annoverano:
– altius non tollendi: servitù di non edificare in un fondo oltre una certa altezza;
– apparente: servitù il cui esercizio è contraddistinto da opere edilizie visibili ed evidenti: la strada che attraversa il fondo servente;
– attiva: servitù a favore del fondo dominante;
– coattiva: servitù costituita per legge contro la volontà del proprietario del fondo servente; prevede, in genere, un indennizzo per compensare la diminuzione di valore del fondo servente;
– continua: servitù derivante dall’esistenza di opere (per esempio un acquedotto) ma indipendente da ogni attività umana;
– discontinua: servitù derivante dalla volontà dell’uomo (come nella, servitù di passaggio, la quale si esercita passando sul fondo servente);
– negativa: obbligo del fondo servente anon procedere a determinati atti od opere che costituiscono normale manifestazione del diritto di proprietà (per esempio, l’obbligo di non costruire);
– non aedificandi: servitù di non costruire;
– non apparente: servitù non caratterizzata da opere evidenti;
– passiva: servitù a carico del fondo servente;
– uso pubblico: fondi privati su cui è consentito il passaggio di chiunque senza ostacolo o limitazione; si costituisce per usucapione, a favore della collettività, in particolare sulle strade private non delimitate da sbarre o cancelli;
– volontaria: costituita per contratto o comunque per volontà dei proprietari interessati.
SFITTO
immobile destinato alla locazione ma temporaneamente libero.
SFRATTO
atto con cui si obbliga il conduttore a riconsegnare l’immobile locato, dopo che il giudice, su sollecitazione del locatore, abbia preso un provvedimento in tal senso.
SIGILLI
apposizione di particolari strisce sugli ingressi di immobili, cantieri edili ecc., per ordine o disposizione dell’autorità, allo scopo di impedirne l’accesso e, nel caso di cantieri edili, la prosecuzione dei lavori. La violazione dei sigilli è punita dal Codice Penale.
SILENZIO-ASSENSO
in casi particolari (espressamente previsti dalla legge), il silenzio della Pubblica Amministrazione nei confronti dell’istanza di un privato ha valore di assenso, cioè di consenso (per esempio, nel caso di domanda di autorizzazione per opere edilizie).
SILENZIO-RIFIUTO
mancata risposta da parte di un organismo amministrativo a cui il cittadino ha rivolto un’istanza. Il silenzio-rifiuto ha il senso di negazione della risposta e di rifiuto a provvedere; in molti casi è impugnabile davanti ai Tribunali amministrativi, in quanto illegittimo. È detto anche “silenzio-rigetto”.
SINISTRO
in campo assicurativo è sinonimo di evento dannoso.
SOGGETTO PASSIVO
persona fisica, o giuridica tenuta, per legge, a precisi adempimenti soprattutto di natura fiscale. Equivale quasi sempre a “debitore di imposta”.
SOLAIO
struttura orizzontale che separa due piani si un edificio.
SOLIDARIETÀ
obbligazione comune a più soggetti a pagare in solido un debito per il suo intero ammontare.
SOTTOSUOLO DI UN EDIFICIO
il terreno sottostante al pavimento più basso dell’edificio.
SOTTOTETTO
spazio compreso fra il tetto e il solaio.
SPESE DI PERFEZIONAMENTO
rimborso richiesto dalla banca per la stipulazione del contratto di finanziamento e per l’erogazione della somma.
SPREAD
scarto di interesse commissionario praticato dall’istituto erogante un mutuo rispetto al tasso di interesse di riferimento.
STANDARD URBANISTICO
rapporto che esiste fra le strutture di interesse e di uso pubblico e i vari tipi di insediamento.
STATO D’AVANZAMENTO
termine tecnico con il quale in edilizia si determina l’ammontare dei lavori svolti nella costruzione di un immobile.
STATO DI CONSISTENZA
in caso di esproprio di un terreno, l’inventario delle sue dimensioni, delle opere e dei beni su di esso insistenti, redatto a cura dei tecnici incaricati dall’ente che intende procedere all’esproprio. L’inventario viene utilizzato nella stesura del decreto di esproprio e nella determinazione dell’indennità.
STIMA
nel settore immobiliare, determinazione del valore economico di un immobile, di un diritto o di un’azienda comprendente l’immobile. Indica anche la valutazione economica dell’entità di un danno.
STIMA CENSUARIA DEI TERRENI
tutte le operazioni necessarie alla determinazione delle tariffe d’estimo e, quindi, dell’imposta fondiaria.
SUBLOCAZIONE
affitto dell’immobile, completamente o in parte, a un terzo soggetto da parte del conduttore che ha stipulato il contratto di locazione.
SUNIA
sigla per “Sindacato Unitario Inquilini e Assegnatari”.
SUOLO EDIFICATORIO O EDIFICABILE
terreno che ha caratteristiche di edificabilità, può essere cioè edificato o occupato da costruzioni in base alla disciplina urbanistica.
SUPERFICIE
dimensione di un’area delimitata, espressa normalmente in metri quadrati.
SUPERFICIE ABITABILE
superficie totale dei vani utili: camere da letto, da pranzo, da studio e da soggiorno, cucine, soffitte abitabili e tutti gli altri spazi destinati all’abitazione, esclusi perciò i vani accessori che fanno parte dello stesso alloggio.
SUPERFICIE CATASTALE
superficie da calcolare ai fini della determinazione dei coefficienti catastali delle unità immobiliari.
SUPERFICIE COMMERCIALE
superficie delle unità principali comprensiva dei muri e delle superfici virtuali delle pertinenze.
SUPERFICIE COMPLESSIVA
ai fini dei contributi di concessione, è data dalla somma della superficie utile netta abitabile e dal 60% delle superfici non residenziali destinate a servizi, impianti e accessori.
SUPERFICIE CONVENZIONALE
definizione introdotta dalla legge sull’equo canone per indicare la superficie “corretta” mediante applicazione di coefficienti alla superficie effettiva dei singoli alloggi e dei locali accessori. Equivalente di superficie virtuale.
SUPERFICIE LORDA
per gli esercizi commerciali, è la somma della superficie di vendita e delle superfici accessorie al servizio dell’unità commerciale (depositi, servizi igienici e simili.
SUPERFICIE TERRITORIALE UTILE
superficie netta complessiva utilizzata per l’edilizia privata e pubblica secondo le norme urbanistiche, escluse le eventuali aree soggette, a norma di legge, a vincolo.
SUPERFICIE UTILE
è costituita dalla somma delle superfici di pavimento dei singoli vani dell’abitazione esclusi i balconi, le terrazze, gli armadi a muro, le cantine, le soffitte non abitabili e tutti gli eventuali spazi comuni.
SUPERFICIE UTILE ABITABILE
superficie del pavimento delle abitazioni misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio da un vano all’altro, degli sguinci di porte e finestre.
SUPERFICIE UTILE LORDA
superficie misurata lungo il perimetro esterno, compresi porticati, balconi, terrazze, logge e spazi coperti da tettoie.
TABELLA MILLESIMALE
elenco delle quote millesimali che rappresentano il valore delle singole unità immobiliari rispetto a quello dell’intero edificio in condominio, nonché la quota di comproprietà spettante per ciascuna unità immobiliare sulle parti comuni. Assume particolare importanza anche ai fini della ripartizione di molte delle spese condominiali.
T.A.R.
sigla per “Tribunale Amministrativo Regionale”.
TARIFFA CATASTALE
valore, espresso in moneta, della rendita media annua assegnata all’unità di consistenza catastale (vano, metri cubi o metri quadrati) delle diverse categorie e classi di immobili.
TARIFFA D’ESTIMO CATASTALE
in relazione al Catasto Terreni, è il reddito per ettaro espresso in moneta per ciascuna qualità e classe di terreno.
TARIFFA PROFESSIONALE
compenso spettante a professionisti iscritti in determinati albi od ordini per le loro prestazioni. È generalmente stabilita da ciascun ordine professionale; in assenza di un albo o di un ordine e quindi di una tariffa professionale, il compenso, se non espressamente convenuto, si determina in base alle consuetudini locali, accertate dalla Camera di Commercio, e, in difetto, viene determinato dal giudice se le parti sono i disaccordo.
TASSA
tributo, che ha carattere di imposta, pagato allo Stato o a un ente pubblico in cambio di determinati servizi.
TASSA PER LA RACCOLTA RIFIUTI
tassa locale che costituisce il corrispettivo per la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani. È dovuta dagli utenti degli immobili proprietari o conduttori che siano.
TASSE DI CONCESSIONE
tasse regionali o statali applicabili agli edifici.
TASSO DI INTERESSE
percentuale di interessi che viene applicata sull’importo del mutuo erogato dalla banca. È diverso da banca a banca ed è agganciato a vari parametri.
TERMINE DEI LAVORI
data entro la quale i lavori debbono essere ultimati. È usato, in particolare, in riferimento alle concessioni edilizie e ai decreti di espropriazione per pubblica utilità.
TERMINE DI GRAZIA
nei rapporti di locazione, termine temporale concesso dal giudice per sanare una morosità di pagamento.
TERMINE DI INIZIO LAVORI
termine (in genere di un anno, se non diversamente fissato dall’atto amministrativo) entro il quale devono essere iniziati i lavori di costruzione, al fine di evitare la decadenza della concessione edilizia.
TERMINE PERENTORIO
termine tassativo, trascorso il quale diventa inefficace o nullo l’atto giuridico tardivo.
TERRENO AGRICOLO
ai fini delle espropriazioni, terreno esterno al perimetro del centro abitato, non urbanizzato e non suscettibile di sfruttamento edificatorio di tipo urbano.
TERZO O TERZI
colui (o coloro) che non è parte di un rapporto giuridico e che può tuttavia far valere dei diritti o degli interessi legittimi nei confronti dei proprietari dei fondi in cui si costruisca.
TESSUTO URBANO
il complesso di elementi che costituiscono la struttura di un centro abitato o di una sua parte.
TESTO UNICO
raccolta di leggi vigentiche riguardano una sola materia.
TITOLO DI PROPRIETÀ
documentazione che attesta la proprietà di un bene.
TITOLO ESECUTIVO
sentenza in base alla quale il creditore può iniziare l’azione esecutiva su beni del debitore.
TRASCRIZIONE
atto formale, obbligatorio nei casi indicati dalla legge, che consiste nel trascrivere nei di registri pubblici fatti e diritti relativi a beni immobili (in alcuni casi anche mobili), allo scopo di evitare equivoci sulla proprietà, sull’esistenza di ipoteche ecc. sì da tutelare meglio l’interesse di terzi.
TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE
organo della giustizia amministrativa con competenza regionale e giurisdizione molto ampia. Giudica sui ricorsi contro provvedimenti amministrativi che si ritengono viziati da incompetenza, eccesso di potere o violazione della legge.
T.U.
sigla per “Testo Unico”.
TUS
tasso ufficiale di sconto fissato dalla Banca d’Italia.
TUTELA
indica il “controllo amministrativo da parte di appositi organi sugli enti locali”. Si definisce “tutela” anche l’incarico che il giudice conferisce a un soggetto affinché curi gli interessi patrimoniali e non di una persona, in genere minorenne, quando entrambi i genitori siano deceduti o non possano comunque esercitare la patria potestà.
UFFICIO TECNICO ERARIALE
ufficio del territorio con sede in ciascun capoluogo di provincia. Aggiorna gli estimi catastali, in ragione delle variazioni colturali e dei miglioramenti o dei declassamenti dei terreni agricoli, i trasferimenti di proprietà per compravendita, successione, usucapione. È incaricato inoltre di provvedere alla formazione del N.C.E.U.
UNANIMITÀ
voto concorde di tutti i partecipanti a un organismo di decisione collegiale.
UNICOND
sigla per “Unione Italiana Condomini”.
UNITÀ IMMOBILIARE URBANA
locale (o insieme di locali) dotato di ingresso proprio indipendente da qualsiasi tipo di passaggio comune che ha la capacità di creare reddito. Fanno parte in maniera integrante dell’unità immobiliare gli accessori e le dipendenze.
UPPI
sigla per “Unione Piccoli Proprietari Immobiliari”.
URBANIZZAZIONE
il complesso di opere e infrastrutture necessarie per rendere idonee le aree inedificate a essere edificate. Si definisce “primaria” in relazione alle grandi opere, quali viabilità e impianti, e “secondaria” relativamente alle opere e alle infrastrutture necessarie allo svolgimento della vita socio-economica.
USO
diritto reale di godimento (simile, ma di contenuto inferiore, all’usufrutto). Conferisce a una persona il possesso di un bene altrui, con la facoltà di raccoglierne i frutti.nei limiti (in ciò è distinto dall’usufrutto) dei bisogni suoi e dei suoi familiari.
USI CIVICI
diritto riconosciuto ai membri di una comunità di godere a titolo gratuito di determinati beni (per esempio, diritto di pascolo, diritto di legnatico ecc.).
USI E CONSUETUDINI
comportamenti di tipo contrattuale e commerciale seguiti normalmente, in un determinato luogo, nel caso di rapporti non disciplinati dalla legge. Acquistano valore giuridico in mancanza di accordo contrario. e sono accertati e raccolti dalle Camere di Commercio di ogni provincia, cui si può far capo in caso di contenzioso.
USUCAPIONE
modo di acquisto della proprietà o di altri diritti reali attraverso il possesso prolungato senza soluzione di continuità nel tempo.
USUFRUTTO
diritto reale da parte di un soggetto (usufruttuario) di godere gratuitamente di un bene di proprietà di un altro soggetto (nel caso per esempio della nuda proprietà) per il tempo previsto dal contratto o vita natural durante.
USUFRUTTUARIO
chi gode del diritto di usufrutto.
UTE
sigla per “Ufficio Tecnico Erariale”.
VALORE ATTUALE DI UN IMMOBILE
prezzo ottenibile da una compravendita immobiliare sul libero mercato. Viene stabilito per analogia con il prezzo di mercato ottenuto nelle vendite effettive di immobili analoghi per dimensioni, qualità e posizione oppure mediante stima effettuata ricostruendo il valore residuo della costruzione, che verrà sommato al valore dell’area.
VALORE CATASTALE
vedi parametro catastale.
VALORE DELL’AREA
prezzo di mercato per aree equivalenti di dimensione, edificabilità e posizione. I raffronti si effettuano anche tra aree di diversa superficie o dimensione: in questo caso si calcolano dei prezzi unitari.
VANO
in un’abitazione spazio coperto delimitato da ogni lato da pareti, anche se qualcuna non raggiunge il soffitto.
VANO ACCESSORIO
uno dei vani compresi nelle abitazioni destinato ai servizi, ai disimpegni ecc. e le cucine che, per dimensioni, non abbiano i requisiti per essere considerate stanze.
VANO CATASTALE
i locali utili effettivi (camere e cucina, purché con luce diretta). A questi vanno aggiunti, nella misura di 1/3 ciascuno, gli accessori “diretti” (ingressi, corridoi, bagni, disimpegni, ripostigli) e nella misura di 1/4 ciascuno gli accessori “complementari” (cantina, solaio). Il risultato ottenuto da tali calcoli va poi aumentato fino al 10% a fronte delle cosiddette “utilità comuni” (le parti condominiali dell’edificio) e fino al 15% a fronte delle cosiddette “utilità esclusive” (come terrazzo o giardino).
VARIANTE
variazione, modifica, cambiamento. In urbanistica si parla di variante “essenziale” o non “essenziale” del progetto di una costruzione, effettuata nel corso delle opere. È “essenziale” quella che modifica sensibilmente il progetto approvato, “non essenziale” quella che introduce modifiche qualitative e quantitative di limitata consistenza. Nei rapporti di appalto, la variante è la modifica del progetto ordinata dal committente o chiesta dall’appaltatore e autorizzata dal committente.
VARIANTE DI RECUPERO
variante apportata alle norme urbanistiche vigenti per attrezzare urbanisticamente gli insediamenti abusivi.
VARIANTE DI UNO STRUMENTO URBANISTICO
variazione delle previsioni o prescrizioni contenute in uno strumento urbanistico.
VARIAZIONE DELLA DESTINAZIONE D’USO
vedi mutamento di destinazione d’uso.
VENDITA CON PATTO DI RISCATTO
vendita caratterizzata dalla condizione che il venditore può riavere la proprietà del bene venduto, restituendo il prezzo e pagando le spese e quant’altro previsto dalla legge. Se si tratta di beni immobili il riscatto può essere esercitato entro il periodo convenuto che non può essere superiore a 5 anni.
VENDITA CON RISERVA DI PROPRIETÀ
vendita con pagamento rateale che si perfeziona solo con il pagamento dell’ultima rata del prezzo pattuito; se l’acquirente non paga il prezzo, il venditore può ottenere la riconsegna del bene e restituendo la somma fino a quel momento ricevuta, decurtata di un compenso per l’uso che il mancato compratore ha fatto del bene.
VENDITA DI IMMOBILI
trasferimento della proprietà di un immobile da un soggetto a un altro.
VENDITA FRAZIONATA
vendita per singole unità immobiliari di un edificio appartenente ad unico proprietario.
VERBALE DI ASSEMBLEA CONDOMINIALE
relazione scritta di quanto discusso e deciso nel corso assemblea.
VERBALE DI CONSEGNA
atto che certifica la consegna dell’immobile (in locazione, in vendita ecc.).
VINCOLO FORESTALE
obbligo a conservare boschi, foreste e alberi di alto fusto, imposto dall’Amministrazione Forestale. Per costruire in tali zone va chiesto al competente comitato forestale uno specifico esonero.
VINCOLO IDROGEOLOGICO
divieto di costruire imposto dalle competenti autorità su terreni attualmente o potenzialmente franosi.
VINCOLO STORICO-ARTISTICO-ARCHEOLOGICO
obbligo imposto dalla competente autorità avente per scopo la conservazione di immobili storici e artistici nonché di reperti archeologici. In caso di vendita talvolta comporta anche il diritto di prelazione dello Stato.
VISURA CATASTALE
verifica presso l’Ufficio del Catasto dei dati che caratterizzano un immobile mediante l’esame delle schede catastali.
VISURA IPOTECARIA
serve a prendere conoscenza, presso la Conservatoria dei registri immobiliari, in base alle generalità di un proprietario, degli immobili a lui intestati e delle eventuali ipoteche gravanti su di essi.
VITALIZIO IMMOBILIARE
somma di denaro che un soggetto si impegna a pagare ad un altro per tutta la durata della sua vita a scadenze prestabilite, in cambio (totale o parziale) della cessione di un immobile.
VOLTURA CATASTALE
annotazione nei registri catastali del trasferimento di proprietà o di altro diritto reale su un determinato immobile da un soggetto all’altro.
VOLTURA DI CONCESSIONE EDILIZIA
trasferimento al nuovo proprietario dell’area dell’intestazione o titolarità di una concessione edilizia.
VOLUME EDIFICABILE
volume totale costruibile su un determinato lotto, rispettando le prescrizioni della disciplina urbanistica.
ZONA
frazione del territorio comunale a destinazione specificamente indicata dalle norme urbanistiche.
ZONA DI RECUPERO
zona di territorio individuata attraverso la disciplina urbanistica nella quale si trovano edifici degradati di cui si decide il risanamento e la ricostruzione.
ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE
area destinata,a un’elevata concentrazione industriale favorita anche da incentivi.
ZONA INDUSTRIALE
area del territorio comunale destinata e attrezzata per insediamenti industriali.
ZONA SISMICA
parte di territorio, individuata per delega legislativa, dichiarata soggetta a fenomeni sismici. Dalla dichiarazione di zona sismica deriva l’obbligo di rispettare le norme stabilite dall’edilizia antisismica.
ZONE CENSUARIE
per il Catasto Urbano, la parte di un Comune caratterizzata da una determinata categoria di immobili e da un ambiente omogeneo.
ZONE TERRITORIALI OMOGENEE
zone in cui è suddiviso il territorio comunale ai fini del rispetto degli standard urbanistici.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Confronta Annunci